Cosa deve trasmettere il tuo sito web a chi lo visita, anche se il tuo Settore è Difficile

, , , , , ,

Ma internet serve per la mia azienda?

Questa è la domanda che sento da decenni e ogni giorno mi batto per trasferire un messaggio chiaro e cristallino su come dovrebbe utilizzare il web la piccola imprenditoria Italiana.

L’argomento è molto particolare, come è vero che inizialmente possa impaurire visto che possiede una sua profondità, molte persone rimangono coinvolte all’interno di una trappola mentale che si chiama:

“Il mio settore è differente”.

Sostanzialmente, se gli si propone un sistema, una strategia, o una tecnica per trovare nuovi clienti grazie al web, dove lo studio non sia fatto rigorosamente sul loro settore, la loro mente si chiude e li porta a rifiutare il metodo proposto facendogli ripetere nella mente “con me non funzionerà”.

Se nel tuo settore dovesse funzionare o meno, la risposta corretta è solo nella tua mente.

“Sì lo so, il web funziona per prenotare un volo aereo o una camera d’albergo, ma il mio settore è differente!”

Quando ho cominciato la mia professione, ero molto più giovane, stupido, utopista e innocente. Pensavo addirittura che alle persone si potesse far cambiare idea.

Ora che ho scoperto che le persone non cambiano idea, mi limito a parlare, scrivere e spiegare solamente a quelle che sono così aperte mentalmente e sufficientemente intelligenti da avere la ragione che supera i blocchi mentali, paura, arroganza, stupidità, ottusità e orgoglio negativo.

Voglio raccontarti una cosa, o meglio, voglio portarti ad un ragionamento.

Dove si acquistava un tempo?

In Italia abbiamo sempre avuto una ristretta fetta di mercato creato dalle grandi aziende o negozi a marchio. Ad esempio, tralasciando il mercato dell’usato, se volevi comprarti un’auto nuova, ti recavi dal concessionario che vendeva l’auto che ti interessava.

In secondo luogo sempre in misura ridotta e nei paesi dove erano presenti, si facevano acquisti nei grossi centri (non parlo di centri commerciali, non esistevano fino a più o meno 20 anni fa) o supermarket.

Il grosso dell’imprenditoria Italiana invece, era composto dal negozio sotto casa, il professionista o l’artigiano di paese. Questa era la famosa classe media.

Dove si acquista oggi?

A differenza di un tempo, la fetta più grossa non è più in mano al negozio sotto casa, al professionista o all’artigiano di paese. Ma è composto da iper/super centro commerciale o negozio a marchio. Ad esempio, una volta esistevano molte più agenzie di viaggi di un tempo, vogliamo inoltre parlare dei negozi di ferramenta o delle botteghe? Ovvio, che è più comodo entrare in un centro commerciale dove c’è tutto.

L’utente però, è portato a fare acquisti nei grossi centri non solo per il prezzo o per la vastità di servizi che può trovare in un unico luogo. L’utente è attratto dalle aziende molto più grosse, perchè queste fanno delle attività che il piccolo imprenditore non si sogna nemmeno di pensare. La principale? Il Marketing.

Se ti sei guardato attorno in questi ultimi anni, avrai notato anche tu che se in un negozio o in un agenzia non ci sono clienti all’interno, il titolare è sulla porta che fuma. Questa è l’attività principale che fa: aspetta che arrivi qualcuno! E se questo qualcuno non arriva, la sera al bar parlerà con altri come lui che c’è la crisi e che i “grossi” ci portano via tutto il lavoro.

Ma andiamo a capire il perché e come tu puoi diversificarti.

Devi sapere che per decenni, l’azienda di paese o i professionisti, avevano successo grazie ad un monopolio di informazioni.

Prova a pensare una cosa: dove facevano acquisti i tuoi genitori?

  • Negozio – azienda di paese;
  • Negozio – azienda di paese vicino, che nella maggior parte dei casi era stato consigliato da un amico.

Quindi quando le generazioni precedenti alla nostra dovevano fare un acquisto, erano inconsciamente influenzate da:

  • Mi ha mandato uno che conosco: quindi mi fido di questo negoziante/parrucchiera/avvocato/ecc.
  • Subivano una specie di ricatto: se non compri la lavastoviglie da me, devi fare 30 km per andare in negozio da “Tizio”. Se consideri che cera un’auto per famiglia e non cerano altri strumenti per reperire informazioni, non avevi termini di paragone, quindi l’acquisto veniva fatto in quei 2/3 punti vicini a casa.
  • Controllo delle informazioni: assistenza/garanzia/confronto prodotti/confronto prezzi. Come sopra, non cerano strumenti per avere delle informazioni che aveva solo il negoziante. Quindi ti bevevi la storia che “Tizio” non ti dava la garanzia.

Se tu oggi devi acquistare la lavastoviglie, cosa fai? Te lo dico io!

Tiri fuori il cellulare dalla tasca, se sei al PC è uguale, apri Google e hai tutte le informazioni che ti interessano. Sai che fascia di prezzo ha, sai che garanzia ha, sai chi la vende e sai chi eventualmente ti potrà fare assistenza in futuro (sempre che sia online con la sua azienda).

C’è la crisi? Si! Ma dobbiamo dire anche che con l’avvento del web, dove tutti possono accedere ad informazioni che un tempo non erano così raggiungibili, automaticamente il margine si è ridotto notevolmente e il motivo te lo spiego subito.

Non cerano ancora, ma per semplicità ragioniamo in euro.

Se mia mamma voleva comprare la lavastoviglie e il negoziante gli faceva un preventivo di 500.00€, mia mamma non poteva sapere se stava prendendo una fregatura o meno. Noi oggi si!

Quindi internet ha fregato subito il 20/30% di margine al negoziante che un tempo vendeva bene. Sta di fatto comunque che se vendeva, non lo faceva perché era bravo, lo faceva perché il cliente non era preparato come ai giorni nostri.

Così funzionava in tutti i settori.

“Si ma io non riesco ad essere competitivo come una grossa azienda, i miei margini sono ridottissimi”.

Ne sono convinto, ma se non apri la mente e non ti metti in testa che devi trasmettere la tua professionalità all’esterno, ti consiglio di staccare il respiratore e lasciare che la tua azienda faccia l’ultimo sospiro senza soffrire.

Se sei di mente aperta invece, sei consapevole che non riuscirai a competere con le big company in termini di prezzo, ma sai per certo che lo puoi fare per una cosa che loro non hanno: la tua professionalità!

Questa è la cosa che tu devi trasmettere nel web oggi!

La fuori è pieno di persone che cercano soluzioni alle loro esigienze e tu puoi dargliere, a patto però che loro riescano a trovarti!

Non è il settore che è differente, è il modo in cui andrai a colpire il cliente che sarà diverso, ma il punto di partenza è che tu sia presente quando qualcuno cerca di te, del tuo prodotto o del tuo servizio.

Non mollare mai!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *